In base alla normativa in materia di privacy, la società AWP P&C S.A. Sede Secondaria e Rappresentanza Generale per l’Italia, con sede in 20137 Milano (MI), P.le Lodi n. 3, titolare del trattamento informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.

Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies di terze parti utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa clicca qui


In gravidanza

In gravidanza

Prima di partire

Va benissimo viaggiare anche durante una gravidanza ma dovete rispettare rigorosamente alcune regole. Il momento migliore per viaggiare è durante il secondo trimestre di gravidanza. Una donna incinta può viaggiare in buone condizioni se sceglie adeguatamente la sua destinazione e la durata della sua permanenza. Tuttavia deve astenersi dal correre inutili rischi pericolosi e dall’essere negligente per il suo bene e per un corretto sviluppo della gravidanza.


Il vostro ginecologo deve approvare il vostro programma di viaggio prima della vostra partenza. Fissate un appuntamento per sentire il suo parere; vi fornirà un certificato sanitario che potrebbe essere richiesto da alcune compagnie aeree. In genere la maggior parte dei voli interni vi consentirà di viaggiare sino al termine della gravidanza; tuttavia è stato fissato un limite di tempo per i voli internazionali. Verificate di avere l’autorizzazione necessaria a effettuare il viaggio di andata e ritorno, e non solo l’andata semplice. 


Tenete a portata di mano il numero di telefono del vostro medico e verificate che la gravidanza non sia esclusa dalle garanzie coperte dal vostro contratto di assistenza.

E’ estremamente rischioso viaggiare in un luogo dove non sia possibile ricevere una terapia o un parere da parte di un medico professionista in caso di problema. Pertanto, dovete assicurarvi che il paese o i paesi che andrete a visitare offrano adeguate strutture mediche. Contattate la vostra società di assistenza. Saranno in grado di darvi queste informazioni.


Sarebbe opportuno evitare i paesi che presentano un elevato rischio sanitario duante una gravidanza, salvo in caso di assoluta necessità.
Al contempo, andrebbero evitatati l’alta quota e il caldo estremo che sono entrambi fonte di grande disagio.

I vaccini con virus vivo attenuato sono generalmente sconsigliati in gravidanza. Vi raccomandiamo di consultare il vostro medico di base.


La vaccinazione contro la febbre gialla è consentita dopo il 6° mese di gravidanza. Viene somministrata presso un centro sanitario abilitato e convalidata nel vostro libretto delle vaccinazioni.

La malaria è una malattia molto grave per le donne incinte. Rimandate il viaggio in una regione dove la malaria è endemica, salvo in caso di assoluta necessità.


Se però dovete assolutamente andare in uno di questi paesi, è fondamentale che capiate che la parte più importante nel prevenire la malaria è data dalla protezione meccanica (agenti repellenti, zanzariere, indossare abiti a maniche lunghe e pantaloni lunghi). Dovete anche prendere il vostro farmaco quotidiano così come prescritto dal vostro medico. Alcuni di questi farmaci possono essere sconsigliati in gravidanza.

Un volo lungo può essere molto disagevole per gambe e piedi. E’ importante bere molta acqua durante tutto il volo, alzarsi e camminare ogniqualvolta sia possibile e indossare calze di sostegno. E’ obbligatorio avere la cintura di sicurezza ben aggiustata sotto la pancia, a protezione sia della madre che del nascituro.


Una volta arrivate, cercate di evitare lunghi trasferimenti in autobus o in macchina, in particolare su strade non adatte ai veicoli a motore. Non sollevate né portate valigie pesanti.


I medici professionisti e gli operatori sanitari sconsigliano fortemente la pratica di sport aggressivi in gravidanza e non raccomandano l’immersione o lo sci d’acqua.


Per qualsiasi problema dovesse sorgere mentre siete in viaggio, non aspettate di fare ritorno a casa per consultare un medico. Il medico di riferimento della vostra società di assistenza è a disposizione per discutere di qualsiasi questione o dubbio possiate avere circa il vostro stato di salute. Potrà fornirvi consigli pratici, contattare il vostro medico di famiglia e organizzare una visita per voi ovunque siate.