In base alla normativa in materia di privacy, la società AWP P&C S.A. Sede Secondaria e Rappresentanza Generale per l’Italia, con sede in 20137 Milano (MI), P.le Lodi n. 3, titolare del trattamento informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.

Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies di terze parti utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa clicca qui


Gli effetti del caldo estremo

Gli effetti del caldo estremo

Il colpo di calore è una cosa molto seria che può anche condurre alla morte. Sopraggiunge quando il meccanismo di regolazione termica dell’organismo cessa di funzionare; di conseguenza, la temperatura del corpo aumenta a livelli molto pericolosi. La persona sta male e ha una temperatura molto alta. Alcuni sintomi possono indicare il sopraggiungere di un colpo di calore: gravi disturbi neurologici (perdita di coscienza, convulsioni…), difficoltà cardiovascolari, reazioni cutanee (sensazione di bruciore alla pelle, gola e lingua secca) disturbi digestivi (nausea, vomito e diarrea).

In genere, il colpo di calore si verifica senza che sia stato fatto alcuno sforzo fisico, nel corso di un’ondata di afa estiva o in situazioni anormalmente calde. Di solito colpisce bambini molto piccoli o persone anziane.  Deve essere distinto dall’ipertermia indotta fisicamente che spesso colpisce i corridori di maratone o il personale militare che si sono sottoposti a intensi e prolungati sforzi fisici in condizioni calde e umide. I sintomi del colpo di calore sono irregolari e possono includere crampi o altre anomalie dopo una lunga esposizione a temperature molto alte. Di solito, il colpo di calore può essere curato con successo ma richiede un intervento medico urgente. La vittima deve essere immediatamente raffreddata e reidratata. Portate la vittima all’ombra, dandole da bere bevande fresche, toglietele gli indumenti e copritela con un panno bagnato. Ventilatela frequentemente e avvisate i vigili del fuoco o i servizi di ambulanza immediatamente.

Per evitare il colpo di calore, seguite queste raccomandazioni:


  • Non lasciate mai un bambino o una persona anziana sola in una macchina o in un ambiente poco ventilato, neanche per pochi minuti.
  • Per quanto possibile, equipaggiate le stanze con ventilatori e climatizzatori d’aria.
  • Quando viaggiate, accertatevi di avere un numero di bottiglie d’acqua fresca sufficiente a portata di mano.
  • Non esitate a svestire i neonati e i bambini piccoli e aumentate il numero di bagni che fate fare loro. La temperatura dell’acqua dovrebbe essere di qualche grado più fresca di quella del corpo. Incoraggiate gli anziani a tamponarsi con un panno umido utilizzando un’asciugamano bagnato fresco.
  • Assumete molti liquidi, e anche se non ve lo chiedono, proponete regolarmente da bere ai bambini piccoli e agli anziani oltre a quanto assumono di solito. Se necessario, aiutateli a bere.
  • Evitate il sole alto dalle 12 alle 16 e limitate gli sforzi fisici.
  • Riducete le sigarette, l’alcool e le bibite dolciastre o le bevande ad alto contenuto di caffeina.
  • Indossate indumenti ampi e leggeri in lino o cotone, preferibilmente di colore chiaro. Proteggetevi il capo con un cappello per il sole e portate occhiali di sole con un alto fattore di protezione. 
  • Applicate spesso una crema solare o uno schermo solare (in particolare se avete la pelle chiara) su tutte le parti del corpo esposte al sole.
  • In vacanza, concedetevi il tempo di acclimatarvi all’ambiente. Evitate le strapazzate nelle prime 48 ore dal vostro arrivo.
  • Evitate di manipolare sostanze tossiche (solventi e spray).
  • Se avvertite qualche malessere, mal di testa, sensazione di debolezza, capogiri o febbre, riposatevi immediatamente e bevete molto. Se i sintomi persistono, consultate un medico.
  • Le persone con patologie respiratorie o cardiovascolari croniche dovrebbero proseguire la loro terapia abituale e contattare immediatamente un medico in caso insorgesse qualche sintomo anormale.
  • Per qualsiasi problema dovesse sorgere mentre siete in viaggio, non aspettate di fare ritorno a casa per consultare un medico. Il medico di riferimento della vostra società di assistenza è a disposizione per discutere di qualsiasi questione o dubbio possiate avere circa il vostro stato di salute. Potrà fornirvi consigli pratici, contattare il vostro medico di famiglia e organizzare una visita per voi ovunque siate.


Attenzione alle ondate di caldo!

Ovunque siate, le ondate di caldo estivo possono provocare gravi problemi di salute, in particolare nei neonati, bambini in tenera età e negli anziani che sono più vulnerabili ai rischi legati alla disidratazione e alle scottature provocate dal sole. Adottate le misure di precauzione menzionate sopra non appena il termometro inizia a salire.